Gianni Rodari LA PASSEGGIATA DI UN DISTRATTO Illustrato da Beatrice Alemagna

18 luglio 2022
In libreria dal 27 settembre 2022 Dopo essere stata pubblicata in Francia, arriva in tutte le librerie un’opera particolarissima di Beatrice Alemagna, realizzata negli anni ‘90 come cortometraggio in stop motion per l’ISIA di Urbino
Il rapporto di Beatrice Alemagna con Gianni Rodari inizia quando quella che oggi è una delle più affermate illustratrici per l’infanzia a livello mondiale era ancora una bambina. 
Favole al telefono, pubblicato per la prima volta nel 1962, è stato il libro del cuore di Beatrice Alemagna, che leggendolo e rileggendolo nella classica edizione munariana sognava di essere lei, un giorno, a dare corpo e colore a quelle storie e quei personaggi tanto cari. Il sogno di illustrare Rodari, poi, si è avverato più volte: la più recente occasione è stato l’album benefico La luna di Kiev, ma ancora prima A sbagliare le storie, e ancora prima c’è stato un esperimento condotto presso l’ISIA di Urbino: Beatrice Alemagna scelse il racconto La passeggiata di un distratto per realizzare un cortometraggio in stop motion utilizzando una tecnica mista di collage, matite, pastelli, china. I fotogrammi tratti dal film sono poi diventati uno spettacolare album illustrato, pubblicato da Seuil in Francia negli anni Novanta, e che oggi entra nel catalogo Emme Edizioni.

La favola è una delle più note di Rodari: ci sono bambini con la testa tra le nuvole, e poi c’è Giovannino, che è già tanto se riesce a tenerla attaccata al collo, ed è così distratto che perde pezzi per strada, letteralmente, come se fosse una marionetta. Per fortuna c’è sempre qualcuno che li raccoglie e li riporta all’imperturbabile e affettuosa figura materna. I personaggi di questa storia stralunata sono realizzati a partire da teste di vecchie bambole, dal sapore nostalgico e altamente evocativo. 
Un’originalissima interpretazione rivelatoria del puro talento di una ventenne Beatrice Alemagna.

Beatrice Alemagna nasce a Bologna nel 1973. Dopo gli studi in grafica editoriale all’ISIA di Urbino, si trasferisce a Parigi e intraprende la carriera di autrice e illustratrice prima in Francia e poi nel resto del mondo. Ha creato manifesti per il Centre Georges Pompidou e partecipato a giurie e concorsi internazionali. Ha ottenuto premi e riconoscimenti per i suoi libri, tra gli altri, dall’«Huffington Post», dal «New York Times». 

Ha illustrato autori come David Grossmann, Ágota Kristóf, Raymond Queneau, Aldous Huxley, Guillaume Apollinaire, David Almond, Astrid Lindgren e Gianni Rodari, che considera uno dei suoi «padri spirituali». È stata tra i protagonisti della Bologna Children’s Book Fair 2022, dove è stata insignita di uno speciale riconoscimento al suo straordinario talento.

LOGO
© Copyright 2022. IncartWeb.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy