Faber-Castell, l’upcycling creativo non passa mai di moda

26 maggio 2020
Vi ricordate di quando da ragazzi si personalizzavano magliette e zaini, con scritte e disegni? Tutto questo ora è una tendenza di grande attualità, l’upcycling, appunto, il riutilizzo creativo e sostenibile per dare nuova vita al guardaroba e non solo: gli oggetti rivivono grazie al tocco di creatività e personalizzazione, e si trasformano in nuovi e utili compagni di tutti i giorni.
In periodo di quarantena, per esempio, abbiamo visto come ritagli di tessuto siano diventati personalissime e spesso eleganti mascherine protettive, dando via alla ricerca delle idee più originali e divertenti. Il tocco finale è spesso quello che fa la differenza.
I Textile Markers di Faber-Castell aderiscono perfettamente a molti tessuti, in particolare al cotone. Grazie alla punta a scalpello permettono di modulare il tratto delle scritte e dei disegni, e i colori restano brillanti a lungo.
Poche regole per l’utilizzo ottimale: meglio lavare il tessuto prima di colorarlo. I colori si fissano automaticamente dopo 24 ore, oppure con una passata di ferro da stiro caldo. Una volta fissati si possono lavare a 40° e 60°C.
I Textile Markers di Faber-Castell sono disponibili in confezioni da 5 colori assortiti in due varanti, teen e baby, oppure marker sfusi di colori assortiti e atossici, fusto e cappuccio dei marker in plastica riciclata al 100%.

LOGO
© Copyright 2020. IncartWeb.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy