Back to school: prezzi concorrenziali in cartoleria

3 settembre 2014
Arrivano i giorni degli acquisti per la scuola. Le cartolerie, la grande distribuzione, le librerie e cartolibrerie rispondono pensando "al portafoglio".

Sta per suonare la campanella per migliaia di studenti. Per tanti bambini il 15 settembre prossimo sarà la prima volta in assoluto con l'inizio delle elementare, ma ci saranno anche tante matricole di medie e superiori.
Il modo di risparmiare c'è, basta fare qualche esempio. Come per i prezzi dei quaderni da 100 grammi, che la grande distribuzione vende a 1 euro e 90 centesimi e che in cartolibreria si trovano anche a 1 euro e 60, idem dicasi per i prezzi al ribasso di zaini (fino al 50% in meno che al supermercato) e copertine per i libri di testo.
La copertura dei libri costa 1 euro e 20 centesimi a libro nella grande distribuzione, mentre in cartoleria è possibile rivestirli anche con 80 centesimi o 1 euro.
«Non ne farei una questione economica il prezzo e il risparmio si ottengono di più in cartoleria che nella grande distribuzione - spiega Liala Basagni, responsabile provinciale Ali l'Associazione Librai Italiani di Confcommercio, che raccoglie anche i cartolai - lo zaino che si trova a 89 euro nei punti vendita della grande distribuzione si può per esempio acquistare alla metà del prezzo nelle cartolerie. E questo indipendentemente dalle marche.  Non solo, spesso alla grande distribuzione ci si rivolge per i pacchi scorta, ma se si ha bisogno di solo tre quaderni per fare un esempio, al supermercato spesso non c’è risparmio.  Per averlo andrebbero acquistati solo confezioni da oltre 10 pezzi. Cosa diversa in cartoleria, dove la convenienza è anche sul singolo quaderno.  Ma c’è di più. All’interno del piccolo negozio ci sono figure professionali che ti possono aiutare a risparmiare».
E così come le varie catene di supermercati si sono attrezzate con il commercio dei libri di testo per le scuole, offrendo sconti e buoni spesa per attirare la clientela, anche le cartolibrerie ribattono a suon di offerte. “Anche i negozi applicano una scontistica sui libri di testo scolastici – continua Liala Basagni – in sostanza anche le cartolibrerie devono stare al passo. In questo caso lo sconto fino ad un massimo del 15% e non superiore a seconda dei punti vendita, è applicato direttamente sul prezzo di copertina del libro. E le cartolibrerie offrono anche un servizio in più rispetto alla grande distribuzione, seguono cioè anche tutto il settore del libro elementare. Libri che sono gratuiti per le famiglie e che per questo spesso i supermercati non trattano per evitare la trafila delle cedole da rimborsare. Ma seguire il cliente a settembre nella scelta dei libri permette di fidelizzarlo e vederlo poi tornare durante l’anno per acquistare il materiale scolastico. Nel negozio inoltre c’è una figura professionale del settore che accompagna il cliente nell’acquisto e aiuta a risparmiare, consigliando prodotti di qualità. E questo è molto importante soprattutto per chi frequenta istituti tecnici e deve acquistare materiale specifico e ha bisogno di essere guidato ma anche chi si affaccia per la prima volta al mondo della scuola. E’ il caso per esempio dei bambini di prima elementare. Un commesso inoltre è più utile di uno scaffale anonimo e freddo che non ti aiuta nella scelta all’acquisto”.

LOGO
© Copyright 2017 - Privacy policy