Officina della Scrittura, un museo imperdibile a pochi passi da Torino

1 marzo 2021
Alla scoperta del museo-gioiello dedicato al segno e alla comunicazione scritta, un’esperienza visiva, conoscitiva, sensoriale ed interattiva per immergersi nel mondo dei segni e nella sua storia.

Si tratta del primo museo nel mondo dedicato alla cultura del segno, e ha trovato casa negli stabilimenti dove si produce la prima vera stilografica italiana: l’Aurora. Dal 1943 la fabbrica Aurora si trova in un’ex filanda settecentesca a ridosso dell’Abbazia di Stura, antico monastero benedettino risalente al 1146. Proprio in questo angolo pieno di storia, nell’estrema periferia torinese, è nata  nel 2016 l’Officina della Scrittura.

Una vera e propria “Cittadella della conoscenza”, il luogo in cui viene raccontato e valorizzato tutto ciò che è legato alla cultura della scrittura e, più in generale, al segno dell’uomo: dalle pitture rupestri fino alle svariate forme della comunicazione contemporanea che ci ha portato dalla scrittura a mano alla digitazione, prima su macchine da scrivere e tastiere, e infine su schermo.

Si tratta di un museo unico nel suo genere, un piccolo gioiello in cui tradizione e tecnologia si fondono ed affiancano in un connubio perfetto, attraverso un percorso organico e multisensoriale che con le sue diverse anime racconta, emoziona e informa il pubblico di ogni età.

  

Percorso dei Segni

 Officina della Scrittura è un’esperienza visiva, conoscitiva, sensoriale ed interattiva che permette di scoprire il mondo dei segni.

Esplorando Officina della Scrittura si ha l'occasione di conoscere il mondo della scrittura in tutte le sue sfaccettature: dalle grafie dei popoli di ieri e di oggi, agli alfabeti della rete.

Una galleria di box interattivi ci guida nei molteplici significati del segno, raccontandone la storia, dall’antichità all’avvento del digitale, e permettendoci di ammirare alcuni dei principali strumenti per la scrittura, dal papiro fino al tablet passando per indimenticabili e pregevoli macchine da scrivere.

 Un'altra sezione del museo è dedicata al mondo della penna, con particolare attenzione alla stilografica: qui si possono ammirare penne che hanno lasciato un segno nel mondo e hanno fatto la storia dello scrivere e del design: dalle 13 Regine, veri gioielli ed icone del ‘900, alla Waterman’s del 1896 - “la penna che ha insegnato a fare le stilografiche” – per arrivare all’Hastil Aurora. Non manca una sezione dedicata alla storia di Aurora, che con le sue penne ha scritto gli ultimi cento anni della storia d’Italia.

 

 

Imperdibile la visita alla Manifattura Aurora che, al piano superiore rispetto al museo, vi darà la possibilità di vedere in prima persona le fasi di lavorazione artigianale che portano alla creazione dei magnifici strumenti di scrittura dell’azienda.  Conoscerete così ogni segreto delle stilografiche. La manifattura è visitabile in giorni e orari prestabiliti.

 

 

Un luogo di sperimentazione, formazione ed eccellenza artigiana

 

Il nome del museo non è vuoto marketing, ma piuttosto qualcosa di sostanziale e identitario. Oltre ad essere comunicanti con la Manifattura Aurora infatti, gli spazi dell'Officina della Scrittura ospitano numerose attività: corsi di Calligrafia, che tramandino il patrimonio culturale della scrittura a mano; corsi di grafologia e psicologia per approfondire la scrittura in legame alla mente ed alla psiche dell'uomo; ma anche Attività per famiglie, Workshop e attività per le scuole e percorsi di Alternanza scuola lavoro. Il museo organizza inoltre visite a tema – come "Segui il Segno" e "Segui la storia del segno" – e laboratori dedicati.

 

Mostre temporanee, l'arte contemporanea in officina

 

Oltre all'esposizione permanente dedicata al segno e alla comunicazione scritta, Officina della Scrittura include uno spazio di 200 metri quadri interamente dedicato all’arte moderna e contemporanea.

Questo spazio d'arte ospita mostre temporanee sempre originali, in cui è presentato il lavoro di artisti affermati ed emergenti, tanto italiani quanto stranieri, le cui opere si contraddistinguono per l'uso del segno e del linguaggio grafico come iconografia privilegiata.

Tra questi possiamo annoverare artisti del calibro di Alighiero Boetti, Nicola De Maria, Giorgio Griffa, Emilio Isgrò, Ugo Nespolo e Sher Avner.

In occasione di ogni mostra viene pubblicato un catalogo dell’esposizione, in vendita presso il Bookshop del Museo.

  Inaugurato nel 2016 grazie alla forte volontà di Cesare Verona, A.D. di Aurora, all’Associazione Aurea Signa e con il sostegno della Comunità Europea e di numerosi contributi privati, Officina della Scrittura è costato complessivamente oltre 8 milioni di euro, e dall'apertura ha suscitato grande interesse e ospitato numerosi visitatori. I 2500 mq del primo piano ospitano, una sala didattica per i corsi sulla calligrafia, una sala mestieri per l’alternanza scuola-lavoro, un bookshop e servizi come auditorium, biblioteca, caffetteria, e ristorante sulla terrazza.

 

 

 

Indirizzo: Strada Comunale da Bertolla all’Abbadia di Stura, 200, 10156 Torino TO

Orari:

- giorni feriali, escluso il Mercoledì, dalle 9 alle 18

- ogni ultimo weekend del mese, dalle 10 alle 19

è gradita la prenotazione a info@officinadellascrittura.it

 

 

 

 

 

 

LOGO
© Copyright 2021. IncartWeb.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy