L’evidenziatore

29 giugno 2022
Oltre 50 anni dall’invenzione del fido compagno di studio e lavoro. L'evidenziatore è un pennarello dalla punta a scalpello utilizzato per richiamare l'attenzione su alcune sezioni di un documento, grazie ad una marcatura effettuata con colori particolarmente vividi e traslucidi o fluorescenti.

Il primo evidenziatore fu inventato da Francis Honn nel 1963 (un anno prima, nel 1962, il giapponese Yukio Horie della Pentel inventò il pennarello con inchiostro a base d'acqua) e commercializzato dalla Carter's Ink Company con il nome Hi-Liter. Nel 1971 l'azienda tedesca Schwan-Stabilo lanciò l'evidenziatore Stabilo Boss, che contribuì alla diffusione di massa di questo prodotto.

Al giorno d'oggi ne esistono di una vasta gamma di colori dai vari effetti che spaziano dal pastellato al glitter; il desiderio diffuso tra i giovani di vivacità e originalità è sfociato infatti nella produzione di evidenziatori sempre più stravaganti e variegati.

L'utilizzo degli evidenziatori, nel nostro "mondo tecnologico", è tuttora diffuso. Anzi, pensare che alcuni software di elaborazione testi offrono la possibilità di simulare la colorazione di alcune parole, come se fossero sottolineati da un evidenziatore.

LO STABILO BOSS

Quando parliamo di cancelleria e strumenti da ufficio siamo ormai abituati a pensare ad oggetti la cui creazione risale al XIX secolo oppure all’inizio del XX. Non per tutto ciò che si trova sulla nostra scrivania vale questa regola.

Prendiamo ad esempio l’evidenziatore, uno degli oggetti che non può assolutamente mancare su ogni scrivania. È stato concepito solamente nel 1971: in quell’anno infatti viene ideato lo STABILO BOSS, primo e, all’epoca, unico esemplare di evidenziatore.

L’idea è nata durante un viaggio negli USA. C’era la necessità di una penna speciale che permettesse di dare risalto alle informazioni più importanti contenute in un testo (verosimilmente redatto con macchina da scrivere).

La vera innovazione, oltre all’inchiostro fluorescente, era ovviamente la punta in feltro che permetteva di ottenere un tratto ben definito.

Come sempre queste storie hanno almeno un momento che rappresenta una svolta fondamentale. Nel caso dello STABILO BOSS è stato uno scatto d’ira. Quando infatti l’evidenziatore è stato proposto al signor Schwanhausser questi, preso da rabbia per l’ennesimo prototipo che non rispettava le sue direttive, tirò un forte pugno all’oggetto che si schiacciò. Questo evento diede l’ispirazione per la versione finale, che oggi tutti conosciamo, dello STABILO BOSS.

Una volta immesso sul mercato l’evidenziatore riscosse subito grande successo registrando elevatissimi volumi di vendita.

Il grande successo dell’evidenziatore è ovviamente dato dalla sua insindacabile utilità. Dagli uffici ai banchi di scuola, chiunque abbia bisogno di dare maggiore importanza ad alcuni concetti inseriti in un testo utilizza un evidenziatore.

 

Ovviamente il metodo di sottolineatura è quanto di più personale possa esserci ma lo strumento non può essere niente di diverso.

Dalla creazione dello STABILO BOSS, altre tipologie di evidenziatori sono state sviluppate:

·         evidenziatori ricaricabili

·         evidenziatori con impugnatura ergonomica

·         evidenziatori resistenti all’aria (quando rimangono senza cappuccio)

·         evidenziatori a matita

·         evidenziatori per ogni tipologia di carta

·         evidenziatori a punta fine

LOGO
© Copyright 2022. IncartWeb.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy