Il diario di viaggio: 10 consigli

14 luglio 2022
Viaggiare è un'esperienza che permette di arricchire il proprio bagaglio di conoscenze e consapevolezze: oltre a farci ricaricare le batterie e staccare dal lavoro e dal quotidiano, ci permette di venire a contatto con differenti culture e modi di vivere, da qui la fortuna dei diari di viaggio.

Più un viaggiatore si spinge lontano, più è costretto ad abbandonare la propria comfort zone e più impara a conoscere sé stesso ed il mondo che lo circonda. Viaggiare è senza dubbio uno dei piaceri della vita: il modo migliore per rivivere l'esperienza è quello di tenere un diario di viaggio, uno dei più diffusi tipi di diaristica che permette di imprimere su carta (o sui più moderni dispositivi) tutte le esperienze e conoscenze acquisite durante l'esplorazione di un nuovo luogo della Terra.

IL DIARIO COME LUOGO PROPRIO

Il diario di viaggio è un "luogo" dove è possibile scrivere tutto quello che si ricorda dei propri viaggi e gli insegnamenti di cui fare tesoro. Si tratta di una collezione di avventure, storie, ricordi e scoperte. Non importa la destinazione, il diario segue il viaggiatore in ogni suo spostamento ed è lì per raccogliere ogni piccola confidenza, dalla gioia dell'arrivo alla tristezza del ritorno, fino alle riflessioni più profonde. Prima della nascita delle moderne tecnologie, il diario di viaggio era un quaderno, un libro bianco, un taccuino, dei fogli successivamente rilegati. Ad oggi, invece, esistono innumerevoli possibilità per raccogliere i nostri pensieri, dai documenti virtuali salvati localmente o sul cloud, alle varie applicazioni per tablet e smartphone, fino ai blog e ai diari di viaggio online.

 

I BENEFICI DELLA DIARISTICA DI VIAGGIO

Ci sono molti benefici che la scrittura di un diario, e tanto più di un diario di viaggio, può comportare, e che vale la pena tenere a mente, come sprono e motivazione. In primo luogo il diario ci aiuta a ricordare: sia scrivendo le cose che si punta a fare o vedere prima della partenza, sia avendo traccia di quelle che abbiamo effettivamente realizzato, in modo da non scordare le ragioni che ci hanno spinto verso quella meta né tutto quello che abbiamo vissuto. Il diario di viaggio permette, inoltre, di imprimere tutto quello di nuovo che abbiamo imparato: la cultura di un posto nuovo, i costumi e il modo di vivere delle persone. Prenderci del tempo per scrivere, inoltre, ci aiuterà a riflettere sulle nuove scoperte, magari rileggendo le stesse pagine a distanza di qualche tempo.

 

10 CONSIGLI PER SCRIVERE IL DIARIO DI VIAGGIO

1) PRIMA PERSONA

Protagonista del viaggio, del diario e scrivente coincidono, è quindi giusto che le vicende e le emozioni vissute vengano espresse e raccontate proprio in prima persona.

2) UNICITÀ DEL RACCONTO E DEGLI ANEDDOTI

Essendo estremamente personale, il diario raccoglie delle esperienze che ci colpiscono piuttosto che altre. È quindi importante lasciar trapelare dalle proprie parole proprio ciò che maggiormente ci colpisce. In questo modo il racconto sarà unico!

3)BILANCIAMENTO TRA INFORMAZIONE ED EMOZIONE

Si può essere abbastanza precisi esprimendo nello stesso tempo le emozioni che si voglionno trasmettere.

4) IL LETTORE

Il diario è destinato solo alla lettura privata, o anche a amici, parenti? O magari ad animare un blog o una pagina social? Questa domanda dovrebbe influenzare il tipo di informazioni che si andranno ad includere o meno nel racconto. Anche il tono della narrazione e lo stile di scrittura dovranno essere in linea con l’ipotetico destinatario.

5) ADOTTARE UNO SCHEMA

Può essere utile riferirsi ad uno schema, delineando ogni passaggio ed ogni tappa, includendo anche gli spostamenti via aereo o via terra, i luoghi visitati, ecc. Può quindi essere utile avere a disposizione un'agenda già suddivisa.

6) IL MOMENTO DELLA SCRITTURA

Un viaggio è composto da tanti spostamenti e può lasciare poco tempo per prendere appunti. È quindi consigliabile riservare un momento della giornata alla scrittura, magari a fine giornata, ci si può rilassare per qualche momento.

7) LE TESTIMONIANZE

È buona cosa conservare le testimonianze fisiche del viaggio e includerle nel diario: biglietti di ingresso, dei mezzi di trasporto, brochure, volantini e mappe sono infatti testimonianze preziose della tua esperienza, ricche di informazioni utili per il tuo racconto!

8) UN PO’ OGNI GIORNO

Non è necessario che ogni contributo al diario di viaggio sia lungo e brillante, ma deve essere quotidiano. Bisognerebbe scrivere tutti i giorni, anche se solo piccoli dettagli, ogni piccolezza è infatti utile a ricordare. E se non si scrive per qualche giorno il rischio è quello di perdere l'abitudine e vanificare gli sforzi iniziali.

9) DISCORSO DIRETTO

Riporta le conversazioni più divertenti e particolari senza dimenticare nemmeno una virgola

10) UN PO’ DI COLORE

Soprattutto se il diario è cartaceo vale la pena sbizzarrirsi con disegni, colori, schizzi e mappe che danno un tocco più personale e un po’m di vivacità al diario ed al racconto.

 

LOGO
© Copyright 2022. IncartWeb.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy