Il Disegno, una passione adatta ad ogni età

21 febbraio 2022
Le attività creative manuali portano innumerevoli benefici alla salute e allo sviluppo della persona, a prescindere dalla sua età, e dalle sue capacità. Tra queste attività spicca il disegno, probabilmente la più studiata dalla psicologia e dalle scienze cognitive, e sicuramente la più facile da praticare, dove e quando si vuole, senza lunghe preparazioni o pulizie straordinarie.

Disegnare è un’attività divertente, creativa e ricreativa, che sviluppa alcune nostre abilità e aiuta il nostro benessere, andando a scardinare - senza farmaci né magie -  i meccanismi mentali che portano a stress e ansie.

 

Ormai anche gli editori se ne sono accorti e in commercio si trovano moltissimi libri realizzati appositamente per permettere anche ai meno esperti di dedicarsi a un’attività artistica legata alle arti visive. Ma non solo anche il doodling: ovvero gli scarabocchi sui fogli di carta quando siamo sovrappensiero ci fanno stare meglio e ci aiutano.

 

In generale disegnare, dipingere e realizzare oggetti a mano modellando la creta sono attività particolarmente indicate per stimolare le funzioni cognitive, ridurre lo stress e renderci felici.

Non temete se non siete provetti pittori, si tratta di attività che potete fare anche se la vostra capacità artistica equivale a quella di un bambino piccolo, perché nessuno vi giudicherà, lo potete fare esclusivamente per voi stessi.

Non fosse abbastanza l’assenza di giudizio, può essere utile tenere a mente il pensiero di William Faulkner, gigante della letteratura del ‘900, che senza mezzi termini definiva ogni opera come “... splendido fallimento nella creazione dell’impossibile.”


 I benefici dati dal disegno saranno evidenti, in particolare per il vostro cervello.

 

IL DISEGNO…. STIMOLA LA CREATIVITà

Potrà a volte sembrare di non averne ma, come in tutte le cose, è la pratica a renderci bravi o a farci migliorare. Quindi lavorare sulla nostra capacità di immaginare non può fare altro che aumentare la nostra creatività. Il disegno viene più naturale alle persone “artistiche” con “cervello destro” (le virgolette sono dovute, visti i grandi dubbi sollevati a riguardo dalla comunità scientifica negli ultimi anni), ma anche i “cervelloni sinistri” più analitici possono stimolare e nutrire la loro crescita creativa praticando Il disegno. Esercitare e apprendere abilità creative al proprio ritmo favorisce la crescita creativa.

A rilevarlo, sulla base di numerosi studi, anche una ricerca del Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell’Università di Trento, in cui è sottolineato come frequentare il pensiero creativo ne aumenti l’occorrenza. E vale anche il contrario: se le capacità creative non vengono utilizzate, queste col tempo è come se si atrofizzassero, portando a ripiegare in modalità sempre più routinarie e mosse dall’abitudine.

 

COLTIVA LA CRESCITA EMOTIVA E LA SICUREZZA

Rilasciare emozioni attraverso le opere d’arte è un’esperienza utile per molti pittori. Come un artista riversa le proprie emozioni attraverso le proprie opere d’arte, può anche valutare e comprendere i fattori che contribuiscono a variare gli stati d’animo. Sperimentare con diverse forme di disegno aiuta un artista a capire cosa scatena sentimenti come felicità, tristezza, amore o rabbia. Il disegno è spesso un tipo di guarigione attraverso l’espressione emotiva astratta. Il discorso ovviamente non vale solo per gli artisti professionisti: tratto dopo tratto, e disegno dopo disegno - a prescindere dalla “qualità estetica” dei risultati - si raggiunge una maggiore consapevolezza, e si matura la capacità di trovare nell’arte un prezioso alleato e una valvola di sfogo delle emozioni. È ormai largamente provato ed accettato che chi disegna, e si dedica alle arti visive riesce a reagire in maniera più energica e propositiva alle avversità.

 

ALLENA LA MEMORIA

Non solo cibo ricco di fosforo, ma anche dedicarsi a un’attività artistica allena le nostre capacità cognitive. Il disegno affina la mente attraverso la visualizzazione e l’implementazione concettuali, inoltre, aumenta le capacità di memoria. Inoltre è risaputo che, ad esempio, realizzare mappe concettuali come dei grafici colorati ci aiuta nel tenere a mente le cose. Tutto ciò che è disegnato si ricorda meglio.

 

COMBATTE L’ANSIA E AIUTA QUANDO SI STA MALE

Trovare una liberazione emotiva come il disegno consente alla mente di una persona di rilassarsi e di lasciare andare tutti i problemi e i meccanismi che i meccanismi che ci portano a sensazioni sgradevoli di stress e agitazione. È un po’ come meditare, ma con una matita in mano. Quando le persone creano qualcosa di bello attraverso il disegno, stimolano la mente e alleviano la tensione. Un basso livello di stress porta a uno stile di vita più felice e più sano e aiuta a migliorare la salute mentale generale. Come per l’abbassamento dello stress, la concentrazione sull’atto creativo può essere d’aiuto quando si sta male, diventando quasi un analgesico naturale. Anche in questo caso non si tratta di magia, ma semplicemente di distrarre e allontanare la mente da una sensazione dolorosa o di malessere, per farla concentrare su come realizzare al meglio il nostro progetto.

 

AUMENTA CONCENTRAZIONE, PROBLEM SOLVING E SKILLS MOTORIE

Dedicarsi a questa attività migliora la memoria, ma anche la nostra capacità di essere totalmente presenti in quello che stiamo facendo, riuscendo così a trarne il meglio. Sviluppa inoltre il problem-solving poiché un artista pensa concettualmente di dare vita a più soluzioni quando dipinge, utilizzando in tempo reale capacità di pensiero critico.

Durante il processo, ciò che un artista immagina può evolvere a causa di limitazioni di colore o risultati imprevisti che si verificano durante l’implementazione artistica, inducendolo a trovare soluzioni alternative, attraverso problem solving e di lateral thinking.

Inoltre non bisogna dimenticare che le attività motorie come maneggiare un pennello o una matita aumentano la mobilità delle mani e delle dita. Le capacità motorie fini sviluppate da chi disegna lo aiutano a creare scorciatoie mentali che il cervello implementa nella vita di tutti i giorni.

 

 

ARTE COME TERAPIA: LA ART THERAPY

Già nelle antiche culture il disegno veniva considerato come una nobile arte di contemplazione e rilassamento. Questi benefici sono stati via via studiati e valutati a livello medico-psicologico, dando vita alle pratiche che compongono oggi l’art therapy.

L’art therapy è una pratica applicata in maniera trasversale attraverso più campi come il disegno, la pittura, la musica e la letteratura. A contraddistinguerla è dunque l’utilizzo dell’arte come strumento terapeutico trasversale, affondando le proprie radici sulle conoscenze di numerose discipline come psicologia e psicoanalisi, e facendo affidamento sugli studi artistici e creativi.

L’Arte terapia in chiave moderna si sviluppa principalmente in Usa e in Gran Bretagna tra gli anni ’40 e ’50 come una tecnica riabilitativa e di sostegno finalizzata al miglioramento delle capacità relazionali e di inserimento per persone affette da patologie, o del mantenimento degli anziani e delle persone con marginalità.

LOGO
© Copyright 2022. IncartWeb.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy