The Ferragnez, Trudi firma le mascotte degli sposi

3 settembre 2018
Dietro ogni modello c’è la volontà di raccontare un sogno. Questa volta è quello di Fedez e Chiara Ferragni: per accompagnarli nei festeggiamenti del loro matrimonio, Trudi ha realizzato due “costume character” giganti di oltre 2 metri raffiguranti gli sposi e i rispettivi 400 pupazzi in versione ridotta. Le creazioni in limited edition non saranno in vendita, ma sono state realizzate come regalo per gli ospiti del royal wedding italiano.
Ispirati agli sposi, riproducono con dolcezza, ironia ed uno stile unico, il loro volto e la loro figura. Un progetto partito mesi fa e custodito gelosamente in gran segreto.
Sono stati i creativi Trudi a disegnarli, come si fa con i peluche. Da matite e pastelli prendono vita i primi bozzetti.
Poi, le sarte – le stesse che cuciono gli orsetti dell’azienda friulana – hanno tagliato gli stampi, cucito i loro vestiti e ricamato le loro espressioni. Tutto fatto a mano, in modo sartoriale e artigianale.
Un’interpretazione inedita ed esclusiva, firmata Trudi, per Chiara Ferragni e Fedez.
A guidarli sono stati proprio Chiara e Federico. Ad ispirarli le loro personalità, il loro modo di essere. Uno stile che tutti conoscono, di cui tutti parlano, ma che per la prima volta doveva essere trasferito su un pupazzo, raccontato in una mascotte. Con la stessa cura e la stessa passione che da oltre 60 anni – Trudi nasce nel 1954 – l’azienda mette nelle sue creazioni.
Per settimane, ogni giorno, il team di Trudi li ha “cercati” e “incontrati” sulla rete, luogo caro agli sposi, in un incrocio magico, inedito – e fecondo – di “social e tradizione”, di “instagram e artigianalità”. Alla ricerca di uno sguardo, un sorriso, un gesto che potesse diventare tridimensionale, interpretabile nella mascotte e nella sua versione in miniatura, il pupazzo.
Iconiche, sorridenti e stilose. Sono nate così le mascotte e i pupazzi di Chiara e Fedez, realizzate con accostamenti di tessuti diversi. Dal velour – un materiale raso con cui Trudi realizza le sue bambole – al cotone, dal jeans al feltro, assemblati, ricamati e decorati con la sapienza e la maestria degli artigiani Trudi.

CHIARA
L’outfit è rosa, colore particolarmente amato dalla sposa. Un crop top e una gonna dalle linee svasate accompagnate da una giacca jeans con un paio di sneakers in tono per un perfetto stile sporty chic, addolcite nella forma, arrotondata e morbida, che evoca atmosfere da bambola.
Il viso: colore azzurro intenso per gli occhi disegnati a mano, le ciglia lunghe e folte, in feltro modellato. Pennellate d’aerografo al posto del fard per le guance rosa.
I capelli: biondi, lunghi e con dolci boccoli sciolti sulle spalle.
L’anello di fidanzamento: al dito di Chiara, un dettaglio non trascurabile, che rievoca la romantica proposta di matrimonio dell’amato, fatta in ginocchio all’arena di Verona, davanti a migliaia di persone.
Matilda: sulla mano il tatuaggio del fedele bulldog francese che vive con i protagonisti della favola tra Los Angeles e Milano. “Mati” fa parte della famiglia, non poteva mancare a caratterizzarla.

FEDEZ
L’outfit è quello che tutti amano e che lo contraddistingue: capi comodi, urban ed extra large come la felpa oversize e i jeans morbidi. Anche per lui sneakers nere con lacci bianchi.
Il viso: sguardo intenso e irriverente, un ampio sorriso sottolineato da ricami cuciti lungo il volto. Un capellino ribelle di colore rosso per un tocco grintoso, da vero rapper. Non potevano mancare gli iconici piercing argentati.
I tatuaggi: sul collo il più riconoscibile, la celebre ragnatela. Sulle mani il ciclope, il drago e il piccolo ma celebre “raviolo”, sorridente e stilizzato, che condivide con Chiara, nomignolo con cui i due sposi si chiamano affettuosamente l’un l’altro.

LOGO
© Copyright 2018. IncartWeb.net - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy