Tablet School: parlare digitale

27 giugno 2013
La fase sperimentale del progetto del Centro Studi ImparaDigitale è stata conclusa dall’evento Tablet School, tenuto il 5 aprile a Bergamo. Ed ora il progetto entra a regime, con più di 10 milioni stanziati da Regione Lombardia e MIUR.

Il 5 aprile a Bergamo seicento allievi hanno incontrato alcuni esperti in occasione di “Tablet School”, evento che ha concluso la fase sperimentale del progetto promosso dal Centro Studi ImparaDigitale. L’associazione, attiva dal marzo 2012 a seguito dell’iniziativa regionale “Generazione web” (vedi box), ha messo a punto un metodo di insegnamento ad hoc per l’uso di IPad, tablet e internet.
Numerosi sono stati i temi trattati nel corso di “Tablet School”: come cambiano le relazioni in classe e fuori, e come riconoscere e selezionare le fonti di informazione, quali accortezze da usare con alcuni tablet o quali precauzioni prendere in caso di problemi alla vista, , o ancora come affrontare il cyber-bullismo. “Ciò che ci ha colpito è stata la maturità dimostrata dagli studenti: sono consapevoli di essere protagonisti di un cambiamento sostanziale del sistema di apprendimento, e lo vivono come iuna grossa opportunità. Questo loro atteggiamento ci dà una speranza concreta per il futuro– ha commentato a margine dell’evento Stefano Quintarelli, past president  del Centro Studi ImparaDigitale.

LOGO
© Copyright 2017 - Privacy policy