A Norimberga il giocattolo si riscopre solido

14 febbraio 2011
La forza propulsiva di Spielwarenmesse conquista nuovamente il pubblico della Salone Internazionale del Giocattolo, tra innovazione, sostenibilità e formazione.

Sono già disponibili le date per l’edizione 2012 di Spielwarenmesse E G., Salone del Giocattolo ospitato a Norimberga. Dal 1 al 6 febbraio 2012 riapriranno i battenti di un evento che, anche per il 2011, si conferma di successo. Tra le giornate del 3 e 8 febbraio, infatti sono stati 79,000 i visitatori, con un’alta presenza di pubblico internazionale. Il settore giochi - giocattoli e gadget appare ancora vivace, spinto da un’industria che scommette su innovazione e creatività.

Tra i punti di forza dell’evento, l’internazionalità del pubblico, con presenze francesi, olandesi, spagnole, inglesi e russe ed una percentuale del 69% tra gli espositori. Un fattore che ha influito non poco sull’adesione dei produttori, come sottolinea ad esempio, Nico Blauw, Managing Director di Upper Deck International B.V.: “A differenza di fiere come quella di New York, frequentata principalmente da americani e canadesi, qui è stato possibile incontrare clienti giunti da tutto il mondo”. Una fiducia confermata anche dai significativi investimenti che nomi come Lego hanno dedicato all’esposizione.

Il concetto di giocattolo ecologico, intorno al quale si è scatenato un vero e proprio fermento creativo, è stato tra i leitmotiv della manifestazione. Molte le idee fluite tra stand e corridoi rispetto alla necessità di una catena produttiva più sostenibile. Uno spunto che la fiera ha voluto lanciare quest’anno come primo step di un processo che la vedrà direttamente impegneta  nel prossimo futuro, secondo quanto dichiarato da Ernst Kick, Direttore di Spielwarenmesse.

LOGO
© Copyright 2017 - Privacy policy