Promotion Expo '13: il 40% di nuovi espositori

16 aprile 2013

La fiera Promotion Expo si è riconfermata come unico ed efficiente punto di incontro per tutti gli operatori della comunicazione, delle promozioni, del loyalty nonché per le aziende di marca e la grande distribuzione che hanno potuto usufruire di una formula collaudata, ma rinnovata nei contenuti. Infatti il 40% degli espositori ha preso parte alla fiera per la prima volta, cogliendo le opportunità offerte dalle nuove sezioni, in particolare dal merchandising museale che ha rappresentato un’autentica novità nel panorama italiano. Pur avendo l’Italia il maggior patrimonio museale al mondo, il merchandising non è ancora  stato stabilmente adottato da tutti i musei pubblici e privati, siti archeologici, pinacoteche, biblioteche storiche e altri soggetti culturali. Vi è quindi un potenziale non ancora esplorato che preannuncia alti tassi di crescita come è stato segnalato anche dagli illustri relatori che hanno partecipato al convegno “Le prospettive di sviluppo del merchandising museale in Italia”. Il rinnovamento si è potuto cogliere in questa ventiduesima edizione di Promotion Expo anche in settori storicamente presenti fin dalla prima edizione del 1991, ovvero Gift&Premium e B2BService grazie all’apporto di una settantina di nuovi espositori. Molte le novità presentate in anteprima per regali e premi legati agli schemi promozionali e di fidelizzazione e per la regalistica aziendale. Prodotti a basso impatto ambientale e autentiche innovazioni, accanto ai prodotti firmati da grandi marche, hanno soddisfatto la ricerca di originalità dei 7.150 visitatori. L’area In-Store Material è stata arricchita di una nuova sezione dedicata al Shop Design, ovvero gli arredi e i  complementi che valorizzano e rendono efficiente il punto di vendita, i corner e i shop in shop. Nella stessa area, la sezione Digital Signage, che ha debuttato solo cinque anni fa, si è ampliata per accogliere la presenza di fornitori di soluzioni tecnologicamente avanzate e in continua evoluzione che consentono alle diverse tipologie di catene di vendita e singoli negozi l’opportunità della comunicazione digitale e interattiva. In logica connessione con questo ambito, i grandi cambiamenti originati dalla diffusione su vasta scala dell’ICT hanno trasformato la relazione fra il consumatore, i prodotti e il punto di vendita come è stato sottolineato anche nei convegni: “La sfida: dal digital al sell-out. Pronti al cambiamento?”, “Dal coinvolgimento al reclutamento. Le nuove soluzioni al servizio dell’in-store marketing”, “Multicanalità, portabilità e social network: le nuove sfide del marketing della fedeltà”. I convegni di Promotion Expo hanno esplorato diverse tematiche e nei tre giorni di fiera ne sono stati realizzati nove con la presenza di oltre 700 persone. Per chi avesse perso l’opportunità dell’aggiornamento professionale offerto dalla qualificata convegnistica di Promotion Expo, la rivista Promotion Magazine ne darà un rendiconto nella prossima edizione.

LOGO
© Copyright 2017 - Privacy policy