Penne 3D, queste sconosciute...

18 marzo 2016
In Italia sono difficilmente reperibili nei punti vendita, ma online se ne trovano di tutti i prezzi e tutti i modelli. Alcune sono adatte anche per i più piccoli, dagli 8 anni in su.

Per chi vorrebbe creare oggetti 3D, ma non può permettersi una stampante ingombrante in casa, oggi il mercato propone, soprattutto online se viviamo in Italia, le penne stampanti 3D per disegni stereoscopici. Si tratta di apparecchi poco più grandi di un evidenziatore che, con il meccanismo della fusione di filamenti plastici, consentono la creazione di modellini solidi.
Dando uno sguardo online, se ne trovano di diverse marche e generi. Il funzionamento è semplice e, normalmente, l’uso non è vietato anche ai bambini più grandi, dagli 8 anni in su.
La penna viene attaccata alla corrente, sul retro vi è un piccolo foro per introdurre i filamenti colorati, normalmente in PLA ed ABS. Il filamento all’interno della penna si scalda e dalla punta ne fuoriesce la plastica sciolta che può essere modellata secondo il disegno e si indurisce istantaneamente. La Penna 3D sostituisce l’inchiostro con la plastica, si creano così oggetti 3D invece dei soliti schizzi su carta. All’inizio una penna può essere utilizzata disegnando normalmente, con il pennino premuto sulla carta, quando si è fatto pratica è possibile utilizzarla disegnano in aria e il disegno 3D prenderà immediatamente forma. Sostituire il filamento colorato è semplice grazie al pulsante di espulsione.

Tags: Penna 3D
LOGO
© Copyright 2018. IncartWeb.net - Privacy policy