Il lusso in cartoleria

23 ottobre 2017
Prodotti senza tempo, materiali eccellenti, innovazione tecnologica, dettagli curatissimi: l’alta gamma è un mercato che continua ad attirare i consumatori, con una crescita prevista per il 2017 del 4%. Nel settore della cartoleria, gli articoli più richiesti sono naturalmente le penne, le borse per ufficio e le agende.
Dopo un difficile 2016, l’anno in corso mostra segnali positivi per i beni di lusso per la persona, grazie alla ripresa dei consumi europei, sia locali che turistici, e da parte dei cittadini cinesi, in casa e all’estero. In flessione i mercati americani. Crescono i prodotti di abbigliamento, pelletteria, calzature ed accessori, insieme a profumi e cosmetici. Le imprese continuano la sfida dell’ingaggio personalizzato e multi-channel con i consumatori. La prospettiva di crescita annua è del 3-4% fino a circa €290 mld nel 2020.

È quanto emerge dagli aggiornamenti degli studi Monitor Altagamma sui Mercati Mondiali, realizzato da Bain & Company in collaborazione con Altagamma, e Altagamma Consensus 2017, elaborato dal 2009 da Altagamma con il contributo dei maggiori analisti internazionali specializzati.

Secondo il Monitor, il mercato globale dei beni personali di alta gamma raggiungerà i €254-259 miliardi nel 2017, un tasso costante di crescita tra il 2% e il 4%, principalmente sostenuta dalla ripresa dei consumatori cinesi sia nel mercato locale che all’estero e dalla maggiore propensione all’acquisto in Europa. Il differenziale di performance tra i marchi di alta gamma continua però ad ampliarsi, rendendo ancora più indispensabile rivedere le proprie strategie di crescita per adattarle ai bisogni della nuova classe di consumatori “millennial-minded”.

Lo studio individua le 5 tematiche principali che guideranno l’evoluzione del mercato dei beni di lusso nei prossimi mesi: l’andamento del mercato statunitense, l’aumento dei consumi cinesi sia locali che all’estero, la costante crescita del canale digital, una sempre maggiore polarizzazione delle performance dei marchi di alta gamma e la nuova ondata di consumatori Millennial.

“I marchi del lusso dovrebbero dimostrarsi ‘ossessionati’ dal consumatore e millennial-minded”, commenta Federica Levato Partner di Bain & Company e co-autrice del Monitor. “Acquistare un bene di lusso oggi non significa semplicemente entrare in un negozio. È diventato a tutti gli effetti un percorso di coinvolgimento attraverso molteplici touch-point, ben prima del punto vendita stesso”.

Il futuro successo dei marchi di alta gamma in questo contesto può essere raggiunto attraverso 5 fondamentali scelte strategiche:

- sviluppare una forte relazione 1:1 con i consumatori locali;

- promuovere la personalizzazione dei prodotti, del servizio e del messaggio;

- sviluppare un approccio distributivo olistico e ripensare completamente la “customer journey”;

- costruire uno “story-living”, intrattenendo una conversazione stimolante e offrendo contenuti sempre più esperienziali ai propri consumatori;

- gestire tutti i possibili touch-point durante l’intera customer journey, elaborando un piano di engagement a 360°.

 

Le penne di lusso

Secondo un rapporto Technavio, si prevede che le penne, insieme agli altri strumenti da scrittura, generino un fatturato di 20,2 miliardi entro il 2019. La crescente adozione di dispositivi elettronici sta esercitando pressioni sulla domanda di penne; tuttavia, le vendite di penne nel complesso sono ancora in crescita per diversi motivi. La domanda di strumenti di scrittura di base è alta in Asia, America Latina e Medio Oriente grazie all’aumento della popolazione e del livello di alfabetizzazione, mentre negli Stati Uniti e in Europa la domanda di penne di lusso è più elevata, in quanto sono tra gli articoli da regalo preferiti e vengono oggi percepite come accessori di moda, al pari di un orologio di valore.

 

Pelletteria in ufficio

Passando alla pelletteria e, in particolare, alle borse per l’ufficio, al momento dell'acquisto è importante concentrarsi sempre sul proprio stile personale e sulla propria tavolozza di colori. È meglio optare per tonalità e materiali che si integrino facilmente con il proprio guardaroba. Sebbene alcune borse siano molto capienti, non è bene riempirle eccessivamente: una borsa piena e pesante non ha mai un bell’aspetto.

Le borse sono ormai una parte essenziale di ogni collezione uomo. Quando l'informazione è diventata digitale, tutto ciò di cui un uomo aveva bisogno erano il portafogli e il cellulare. Ma, poco a poco, l'ufficio stesso è diventato sempre più mobile e le persone hanno iniziato a portare con sé tablet, computer portatili, un telefono aziendale e quello personale. Tutto questo non entra nelle tasche della giacca: c’è bisogno di una borsa. Oggi gli uomini sono disposti a investire in borse nello stesso modo in cui facevano in passato per un paio di scarpe o un abito su misura.

Mentre il mercato maschile a livello globale è cresciuto del 15,6% negli ultimi cinque anni, secondo Euromonitor le vendite di borse di lusso da uomo hanno superato questo dato, registrando un +25,4%. Un fattore importante è l'aumento del mercato asiatico: gli uomini asiatici sono molto più propensi a portare accessori e borse. L’India è stata il mercato in più rapida crescita lo scorso anno. Anche nei mercati maturi, questo trend sta accelerando. Secondo NPD le vendite negli Stati Uniti di borse da uomo sono aumentate del 3% l'anno scorso per un totale di quasi 1 miliardo di dollari, mentre l’abbigliamento maschile nel suo complesso è cresciuto solo dell’1%.

Oltre alla classica borsa per ufficio, stile valigetta per ogni computer, altre tendenze alla moda hanno catturato i professionisti più giovani.

 

Il fascino delle agende

Molti scelgono agende digitali per organizzare gli impegni della vita quotidiana, ma altrettanti preferiscono ancora annotare i propri piani sulla carta. C'è qualcosa di rigenerante, in giornate piene di schermi, nello scrivere i propri impegni con l’inchiostro.

Un’agenda deve adattarsi al proprio stile di vita. Alcuni preferiscono le versioni sottili da utilizzare come un promemoria. Altri, invece, vedono l’agenda come un oggetto che li accompagna in ogni aspetto della vita: piene di appuntamenti, appunti, scarabocchi, liste di cose da fare e ricette annotate su pagine di giornale strappate che non si ha ancora avuto l’occasione di realizzare. Il look di un’agenda può essere importante quanto la sua funzione, in particolare se è destinata a stare sulla scrivania, piuttosto che nascosta in una borsa o in tasca.

La giusta agenda deve essere semplicissima e funzionale così come decorativa. È importante scegliere agende di qualità, con carta robusta e copertine durevoli, che possano addirittura diventare più belle con l’utilizzo nel tempo.

LOGO
© Copyright 2017 - Privacy policy