Il franchising fa rete

23 ottobre 2011
Assofranchising, associazione italiana del franchising fondata nel 1971 a Milano, ha rappresentato l’Italia al meeting annuale del World Franchising Council tenutosi a Berlino dal 13 al 15 aprile, nella persona del Segretario Generale Italo Bussoli

L’importante incontro ha riunito tutte le associazioni nazionali del franchising nel mondo, che si sono reciprocamente informate e aggiornate sull’andamento del settore attraverso la presentazione dei propri report statistici nazionali.

Durante il meeting Assofranchising ha presentato la situazione italiana: dal 1997 al 2009 il numero degli impiegati nel settore è cresciuto del 215,1%, con una crescita da 436 a 869 (+99%) per gli affilianti (franchisor) e da 21.390 a 53.313 (+149,2%) per gli affiliati (franchisee).

Il settore che pesa di più sul comparto è quello della distribuzione alimentare (25,42%), seguito da turismo e agenzie di viaggi (8,83%), settore immobiliare e servizi di credito (8,19%), abbigliamento (7,08%), prodotti e servizi speciali (6,84%).

Dopo una situazione piuttosto stabile (l’andamento del 2010 è stato agli stessi livelli del 2009) si prospetta un miglioramento nel 2011, con una lieve crescita dei player principali.

Un aumento, di fatturato e numero di punti vendita, emerge anche dai dati relativi ai paesi esteri.

Durante la riunione è stato diffuso il WFC Legal Report, relativo all’inquadramento legislativo del di 15 Paesi membri.

Assofranchising è il marchio storico di rappresentanza del franchising italiano all'estero: è membro della European Franchise Federation (E.F.F.), di cui è socio fondatore, ed è associata al World Franchise Council (W.F.C.).

LOGO
© Copyright 2017 - Privacy policy