Giocattoli, un mercato in crescita

2 febbraio 2015
Nel 2014 il mercato del giocattolo in Italia è tornato a crescere con un fatturato a +0,9%, grazie soprattutto agli acquisti natalizi. Andamenti positivi anche negli altri principali paesi Europei.

In occasione della Spielwarenmesse di Norimberga, dal 28 gennaio al 2 febbraio prossimi, Assogiocattoli - associazione dei più importanti players del settore - e NPD Group - società internazionale specializzata nelle ricerche e informazioni di mercato - diffondono i dati economici di chiusura del 2014.
Dopo avere registrato per tre anni consecutivi una contrazione, seppur contenuta stante il periodo di grande crisi economica (l’anno peggiore è stato il 2013 con un -3%), il mercato del Traditional Toys torna finalmente a crescere con un +0,9% a valore.
Come già riscontrato nelle passate stagioni, anche quest’anno gli acquisti natalizi si sono spostati verso le ultime settimane. Nell’ultimo trimestre dell’anno solo il mese di dicembre è cresciuto (+3,1%) mentre sia ottobre sia novembre sono stati negativi rispettivamente del -1,1% e -5,5%. In particolare, il recupero è avvenuto grazie alla 52° settimana, ossia quella di Natale: il mercato viaggiava, infatti, a -0,4% fino alla settimana precedente, salvo poi girare in positivo in virtù del +28% dell’ultima settimana arrivata a valere il 6% del totale degli acquisti dell’anno.
Dando uno sguardo all'andamento dei principali paesi Europei, troviamo un trend positivo generalizzato: ancora in crescita la Germania (+5,8%), bene anche la Francia (+1,8%), cosi come la Spagna (+3,2%) e UK (+4,4%).
Tra le Supercategorie in crescita segnaliamo per l’ottavo anno consecutivo i Building Sets: la categoria è la terza nel mercato come dimensione e ha raggiunto ormai il livello record di quota pari a circa il 14%.
Tornano a crescere le Action Figures (+9,6%) dopo quattro anni consecutivi di calo grazie a properties come Ninja Turtles, Spiderman e Transformers.
L’Infant/Preschool è ancora la Supercategoria più importante a valore, anche se per il 2014 il trend è negativo (-4,8%) principalmente a causa del calo del segmento Preschool.
Le Dolls rimangono la seconda Supercategoria in termini di dimensione, anch’essa con un trend negativo del -5%.

Gli Youth Electronics sono in crescita anche quest’anno (+10%) grazie ai best seller natalizi come Furby Boom, Clempad e Canta Tu.

Tra le top 5 Properties dell’anno troviamo Barbie che, nonostante il calo, conferma la leadership davanti a Lego City salito al 2° posto, Peppa Pig, Violetta e Ninja Turtles. Tra le properties in forte crescita segnaliamo Lego Friends (salita al rank # 7), Winx (# 10), Disney Frozen (# 13) e Doc McStuffins (# 17).

.
Curiosando tra le tendenze, il 2015 - secondo le informazioni messe a disposizione dal comitato internazionale di esperti della Spielwarenmesse - sembra caratterizzato da tre megatrend:

•    Express yourself - Cresce l’interesse per i giocattoli che consentono ai bambini di dare libero sfogo alla loro creatività, invitandoli a essere se stessi attraverso la sperimentazione finanche alla possibilità di creare da soli i propri oggetti di gioco preferiti.
•   Beyond reality - Le novità dell’elettronica e dell’entertainment continuano a influenzare anche il mondo dei giocattoli. Esempi di disegni bidimensionali che prendono improvvisamente vita come oggetti tridimensionali, elementi tecnici che aggiungono funzioni completamente nuove a vestiti e accessori, o giocattoli che possono essere controllati usando semplici gesti evidenziano una realtà di assoluta immaginazione.
•   Little Scientists - Sempre più frequente è la diffusione di giocattoli che consentono ai bambini di familiarizzare precocemente con materie quali scienze, tecnologia, ingegneria e matematica dando loro l’opportunità di un più facile successo nel futuro.
Queste tendenze mostrano in parte la crescente sensibilità del mercato verso quei giocattoli la cui funzione non è solamente ludica o d’intrattenimento, ma anche istruttiva e mirata allo sviluppo più generale di abilità complesse del bambino, confermando quindi il valore educativo del gioco.

LOGO
© Copyright 2017 - Privacy policy