F.I.L.A., premiati i giovani artisti!

19 aprile 2018
Annunciati i vincitori del Premio LYRA e del Premio LYRA-MAIMERI, concorsi nazionali promossi da F.I.L.A. per mettere in campo la creatività. Premiate cinque classi delle scuole secondarie di primo grado di Roma, Firenze, Milano, Torino e Brescia – che si sono aggiudicate un viaggio di due giorni in una città d’arte italiana e workshop condotti da illustratori dell’Associazione Autori di Immagini – e cinque studenti delle scuole superiori di Cuneo, Firenze, Latina, Bari, Ancona – per loro un master estivo presso la prestigiosa scuola di illustrazione Ars in Fabula di Macerata.

Arrivano da Roma, Firenze, Milano, Torino e Brescia i vincitori dell’ottava edizione del Premio LYRA, il percorso laboratoriale promosso da F.I.L.A. che quest’anno ha coinvolto i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado in un viaggio alla riscoperta delle origini che sottendono la tecnica del collage.

A supportarli, una guida didattica completa di spunti, curiosità ed esempi per scoprire cosa si nasconde nell’arte del tagliare, comporre, incollare, dando poi forma e colore con carte, matite, colla e fantasia. Un viaggio che parte dallo studio dei grandi artisti che hanno reso questa forma d’arte una tra le più antiche al mondo e arriva alla realizzazione stessa di un’opera originale e personale da parte dei ragazzi.

Il Premio Lyra, sviluppato in collaborazione con Rizzoli Education e supportato per il primo anno anche da Canson, il brand di casa F.I.L.A. che firma la carta di alta qualità per la scuola e le belle arti, vuole essere uno stimolo per gli studenti a mettere in opera la loro creatività e continuare a coltivarla anche grazie ai premi in palio: per le prime due classi più votate (una dalla giuria di qualità, l’altra dal pubblico tramite voto online), un viaggio di due giorni in una città d’arte italiana o tre workshop condotti da un illustratore dell’Associazione Autori di Immagini (partner del progetto).

Al primo posto assoluto per la giuria di qualità, “Recitazione in un teatro orientale”, il lavoro giunto dalla seconda media dell’Istituto Comprensivo Rosmini di Roma. Realizzato con cornici in cartone 50×50 e composizione collage in 3D che hanno creato un piccolo spazio scenico, è stato apprezzato all’unanimità dalla giuria per la capacità espressiva, la fine composizione, l’ironia che lo contraddistingue e la cura della scelta dei particolari, ricchi di significato e sapientemente posizionati dentro uno spazio complesso e stratificato.

Il lavoro che invece ha raccolto più voti online dal pubblico è “Una donna rinascimentale” giunto dalla terza media dell’ IC. Verdi di Firenze, realizzato a partire da una fotocopia con collage di stoffe, perline, nastri, collane, carta velina. Questa opera, giunta a pari merito con un’altra secondo le votazioni del pubblico, è stata poi decretata, come da regolamento, dall’intervento della giuria che l’ha giudicata vincente per la sua qualità realizzativa e la cura del dettaglio.

Oltre ai primi due classificati sono stati individuati dalla giuria tre vincitori per ogni ciclo scolastico: per loro tre workshop, una possibilità in più per crescere nella creatività e appassionarsi al mondo dell’arte.

Primo classificato tra le prime medie, “Il mio volto”, il lavoro giunto dall’I.C.S Viale Liguria Plesso Viale Campania di Rozzano (MI).

Primo classificato tra le seconde medie, “Viva il Carnevale di Ivrea”, il lavoro arrivato dall’ICIVREA1 di Ivrea (TO).

Primo classificato tra le terze medie, “Scomposizione musicale”, l’elaborato proposto dall’I.C. Giacomo Leopardi Castel Mella di Brescia.

 

Il Premio LYRA-MAIMERI, il concorso nazionale promosso da F.I.L.A. all’interno delle scuole secondarie di secondo grado (licei e istituti superiori), in collaborazione con Rizzoli Education ha i suoi vincitori. La giuria ha scelto i cinque lavori che hanno saputo rappresentare al meglio la traccia proposta da questa seconda edizione, “Art on Movie” ovvero uno stimolo ad affinare le proprie tecniche artistiche e carpire al contempo quelle cinematografiche grazie alla creazione di uno storyboard a partire dal capolavoro dantesco la Divina Commedia. Gli studenti sono stati invitati a inventare personaggi, costumi, scenografia, ad immaginare la situazione storica e il 'mood', le luci e l’ambientazione.

Il Premio nasce dalla volontà dell’Azienda di offrire ai ragazzi un’opportunità di crescita concreta, trasformare il talento in una professione e ricevere due crediti formativi grazie al premio in palio: un master estivo all-inclusive presso la prestigiosa scuola di illustrazione Ars in Fabula di Macerata.

A valutare i lavori, una giuria di qualità, composta dai curatori del progetto, artisti e rappresentanti di Maimeri, Rizzoli Libri e dell’azienda promotrice, che ha espresso la propria valutazione tenendo conto dell’estetica generale, dello sforzo interpretativo e del senso estetico di ciascun elaborato. Ed ecco i ragazzi che partiranno verso quest’importante esperienza formativa.

“Al cospetto di Lucifero” realizzato da Umberto Cornaglia del Liceo Artistico “Gallizio" di Alba (CN). Al centro l’ironico incontro di Dante con Lucifero in un ambiente reinterpretato in chiave metafisica. Qui, come indicato dalla giuria, una grande capacità immaginativa e coreografica. Belle le scene descritte e di grande effetto scenico. L’originale tavola di presentazione mette in evidenza capacità di regia: gli ingrandimenti dei personaggi, le visioni prospettiche, le palette colore.

“Fatti non foste a viver come Bruti” realizzato da Tommaso Sgariglia dell’Istituto Servizi Pubblicitari "Federigo Enriques" di Castelfiorentino (FI). Un lavoro di tecnica mista: fotografia, carboncino, cera. Qui la giuria ha rilevato come cruciale il lavoro di ricerca svolto sui personaggi, sulla colorazione, sulla tecnica pittorica. Lo sviluppo dell’opera restituisce il mood delle scene pensate.

“I peccatori di Dite” realizzato da Laura Pezzella del Liceo Scientifico "G.B. Grassi" di Latina. L'opera descrive la  discesa all'Inferno di Dante e Virgilio. Come indicato dalla giuria, le scene sono ben pensate nella sequenza e ben raccontare nei campi lunghi o nei primi piani.

“Canto Trentesimo Primo del Purgatorio” realizzato da Vito Antonio Lippolis dell’IISS “Luigi Russo Monopoli” di Monopoli (BA). In questo lavoro il Sommo Poeta è indotto alla purificazione nel fiume Letè: l'uomo e la sua mancata indipendenza. La giuria ne sottolinea la capacità rappresentativa, le visioni immaginifiche e le scene ricche di movimento e dinamismo.

“Canto Quinto” realizzato da Francois Iacob del Liceo Artistico “E. Mannucci Jesi” di Jesi (AN). L'opera  rappresentata è il Canto Quinto, tecnica ad inchiostro colorata ad acquerello. Cariche di drammaticità e intense le scene rappresentate, la giuria sottolinea il grande lavoro nella costruzione scenica e nelle scelte narrative, ben espresse attraverso i punti di vista che individuano di volta in volta i piani visuali.

Oltre ai cinque master assegnati dalla giuria di qualità, il pubblico ha potuto votare le opere online e decretare la sua preferita a cui va una fornitura di materiale didattico da disegno per arte e tecnica F.I.L.A., Lyra-Maimeri e Canson. La più votata è “La Commedia ovvero l’Epopea dell’amore” realizzato da Sonya Baldo del “Liceo Artistico Latina” di Latina.

LOGO
© Copyright 2018. IncartWeb.net - Privacy policy