Caran d’Ache sceglie una donna per la presidenza

5 giugno 2012
Caran d’Ache, manifattura svizzera nella scrittura d’altagamma e nei prodotti d’eccellenza per le Belle Arti, ha nominato Carole Hubscher, 45 anni, alla presidenza del Consiglio d’Amministrazione.

Caran d’Ache, manifattura svizzera nella scrittura d’altagamma e nei prodotti d’eccellenza per le Belle Arti, ha nominato Carole Hubscher, 45 anni, alla presidenza del Consiglio d’Amministrazione. Secondo Jacques Hubscher, presidente uscente e azionista di riferimento di Caran d’Ache assieme alle famiglie Reiser e Christin, “Questa scelta esprime la nostra volontà di rimanere un’azienda indipendente, fortemente attaccata ai suoi valori fondativi e proiettata decisamente verso il futuro”.
Sin dal 1915 Caran d’Ache ha portato avanti la propria identità svizzera, sinonimo di qualità e di eccellenza. Per questo l’azienda, che impiega circa 300 collaboratori negli atelier e nella fabbrica di Ginevra, è considerata un gioiello dell’industria svizzera.
Carole Hubscher ha l’intenzione di sostenere lo sviluppo e la presenza del marchio, sia con l’apertura di nuove boutiques sia con più visibilità sui media, in Svizzera e nei mercati più importanti del mondo.
“Caran d’Ache è una pepita d’oro, che brilla per un insieme di fattori. Ha collaboratori di talento, un sito produttivo costruito per esaltare il savoir-faire unico e straordinario della Maison, una tradizione di qualità e di eccellenza. Voglio dare continuità al nostro grande passato ma anche innovare – specialmente nella comunicazione –, portando l’azienda verso nuovi traguardi”, dice Carole Hubscher.

LOGO
© Copyright 2017 - Privacy policy